venerdì 26 ottobre 2012

Patrocinio a spese dello Stato: fissato nuovo limite di reddito


Comunichiamo a tutti i nostri clienti che, sulla Gazzetta Ufficiale n. n. 250 del 25-10-2012 è stato pubblicato il decreto 2 luglio 2012 del Capo del Dipartimento per gli affari di giustizia del Ministero della Giustizia di concerto con il Ragioniere Generale dello Stato del Ministero dell’economia e delle Finanze con il quale è stato disposto l'adeguamento dei limiti di reddito per l’ammissione al patrocinio a spese dello Stato.

Il nuovo importo che, per la verità, viene aggiornato dopo oltre 4 anni è oggi pari ad euro 10.766,33 e sostituisce il precedente limite originariamente fissato in euro 10.628,16.

Ricordiamo che per tutte le informazioni in merito è possibile consultare la pagina del nostro sito dedicata al Patrocinio a spese dello Stato.


giovedì 18 ottobre 2012

Agenda digitale personalizzata: il nuovo servizio per i nostri clienti

Con questo post vogliamo presentare il nuovo servizio riservato ai nostri clienti che lo studio ha definitivamente messo a punto grazie all'utilizzo delle nuove tecnologie ed, in particolare, degli strumenti offerti dal sistema Google Apps sul quale è basata l'organizzione dello Studio Legale Curci & Genovese.

Si tratta della "agenda digitale personalizzata" messa a disposizione di tutti i clienti, tramite la cui consultazione, sarà possibile visualizzare le date di tutte le udienze che riguardano cause ad essi riferibili, con la relativa descrizione di quanto accaduto, nonchè di tutti gli appuntamenti (presso lo studio o fuori) in cui è necessaria la loro presenza.

Il sistema consente anche l'immediata visualizzazione degli eventuali rinvii di appuntamenti o udienze originariamente fissate per una determinata data, chi sono gli altri soggetti che parteciperanno a quel determinato incontro, nonchè di ricevere sulla propria casella email dei pro memoria per non dimenticare date e ore fissate.

L'inserimento di tutti i dati e i particolari degli incontri, ivi inclusi orari e luoghi, è effettuato direttamente dal nostro studio ed il cliente troverà tutto già inserito sul proprio calendario personale.

Il cliente può anche interagire con lo studio segnando comunicando attraverso l'agenda digitale la propria presenza o meno e, addirittura, sfruttando le funzioni avanzate condividere con lo studio o con gli altri partecipanti invitati all'appuntamento immagini o documenti.

Attraverso il sistema è possibile inoltre inserire in agenda conferenze audio video alle quali il cliente potrà partecipare tranquillamente da casa propria o da altra postazione con lo studio, ma anche con altri eventuali soggetti invitati allo specifico appuntamento ed interagire contemporaneamente con essi.

Il tutto è reso possibile tramite l'utilizzo dello strumento Google Calendar, risorsa liberamente accessibile ed in forma gratuita a tutti gli utenti Google, motivo per cui unico requisito richiesto al cliente per accedere al nostro servizio di agenda è quello di aprire un account personale Google.

La procedura è estremamente semplice e gratuita ed è accessibile cliccando direttamente su questo indirizzo: https://accounts.google.com/SignUp?hl=it

Come chiaramente spiegato sul sito di Google il proprio account potrà essere liberamente utilizzato per  le proprie esigenze personali e fornisce vari servizi tra cui posta elettronica, gestione documenti ed appunto la funzione agenda (denominata google calendar).

Proprio attraverso tale funzione è possibile creare il proprio calendario personale con scadenze ed appuntamenti (visualizzabili soltanto dal titolare), nel quale automaticamente saranno anche visualizzati, grazie al nostro servizio, tutti gli appuntamenti o gli eventi collegati alle pratiche legali gestite dallo studio.

Come detto sopra sarà, dunque possibile, trovare già in agenda, ad esempio la data della prossima udienza di una causa in cui il cliente è parte ovvero un promemoria per una determinata attività da svolgere (es: un appuntamento presso il carrozziere per far visionare la macchina dopo un sinistro o una chiamata telefonica da effettuare) con relativa descrizione dell'evento stesso.

Crediamo che anche attraverso questo servizio sia possibile essere sempre più vicini ai nostri clienti. 

Per ogni informazione in merito e per chiedere l'attivazione del servizio siamo sempre disponibili ai nostri recapiti.

martedì 9 ottobre 2012

L'eredità digitale: i nostri files cadono in successione. Problemi aperti e possibili soluzioni. Seminario Ordine Avvocati Bari 11 ottobre 2012 ore 12

Cosa succede ai file e agli altri beni digitali (files musicali, documenti, fotografie, video, ecc...) dopo la morte del loro proprietario ?

Cosa succede alle caselle di posta elettronica, agli account dei social networks (Twitter, Facebook, ecc..) e alle altre credenziali di accesso a siti internet o a sistemi informatici  quando muore il loro titolare ?

Oggi in Italia non esiste una legislazione specifica in materia e, dunque, il problema può essere risolto soltanto facendo riferimento alla normativa generale in tema di successione ereditaria. 

Vista, però, l'enorme diffusione degli strumenti tecnologici ed il crescente utilizzo della rete internet la questione appare quantomai attuale e, in alcuni casi, soprattutto all'estero ha già fatto parlare di se.

Per questi motivi proveremo a parlarne nel corso di un seminario nel quale l'Avv. Emilio Curci sarà relatore, in data 11 ottobre 2012, alle ore 12, presso la sala del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Bari.

giovedì 4 ottobre 2012

Il nostro studio legale ha scelto IMOLLO per il trasferimento dei documenti

Come più volte accennato nei precedenti contributi il nostro studio legale ha investito molte risorse nella sua informatizzazione.

In tale processo riveste un ruolo di essenziale importanza la modalità di trasferimento e ricezione dei documenti tra colleghi, clienti, collaboratori o, più in generale, con chiunque altro voglia interagire con lo studio.

Con le attuali risorse tecnologiche esistono varie possibilità per inviare e ricevere files, da quella più tradizionale della posta elettronica, passando attraverso i più moderni metodi di condivisione (es: Google Drive, Dropbox, ecc..) che naturalmente, come tanti altri privati o professionisti utilizziamo anche nel nostro studio.

Quando si tratta di trasferire un file o un documento giocano, però, un ruolo importante diversi fattori, tra cui l'efficienza, la semplicità e la sicurezza.

A nostro avviso il Software "Imollo" consente di trasferire file, informazioni e documenti soddisfando questi tre requisiti, così come testualmente riportato sul sito ufficiale:

Imollo è EFFICIENTE

Con imollo puoi essere più produttivo trasferendo file e cartelle ad uno o più contatti con un semplice drag and drop: trascina e “molla”! In questo modo potrai ridurre l’utilizzo della posta elettronica ed avere più tempo a disposizione per altre attività.

Imollo è SEMPLICE

Tutti possono usare imollo: è sufficiente installare l’applicazione per WINDOWS oMAC ed il sistema è subito pronto a supportare il trasferimento di file e cartelle/sottocartelle senza necessità di comprimere file in archivi. Nessuna particolare configurazione …nessun settaggio complicato… tutti possono utilizzare imollo!

Imollo è SICURO

Il nome utente imollo funziona come il tuo numero di cellulare, lo dai solo alle persone che conosci e con cui hai la necessità di condividere file ed informazioni. Il tuo nome utente rimarrà quindi privato e sarà visibile solo ai tuoi contatti. Nessuno al di fuori della tua lista di amici e colleghi potrà inviarti file o mandarti messaggi istantanei. 
Per noi la sicurezza della comunicazione è fondamentale!

Per tali motivi, oltre ad utilizzare sistemi più tradizionali di comunicazione abbiamo deciso di adottare il sistema Imollo quale metodo privilegiato per il trasferimento file.

Chiediamo quindi a tutti coloro che abbiano la necessità di inviarci documenti o di riceverli dal nostro studio e che vogliano provare ad usare tale innovativo sistema di comunicazione di dotarsi del software Imollo liberamente scaricabile dal sito e di contattarci all'email: info@emiliocurci.net per ricevere tutte le istruzioni del caso.